RESTO AL SUD RILANCIA - Le novità del Decreto Rilancio (D.L. 19 maggio 2020, n.34), convertito con modificazioni dalla Legge 17 luglio 2020, n.77
Lunedì 03 Agosto 2020 16:04

L’art. 245 del Decreto Rilancio prevede per le imprese di Resto al Sud un ulteriore contributo a fondo perduto a copertura del fabbisogno di circolante:

- 15.000 euro per le attività svolte in forma di ditta individuale o di libera professione esercitata in forma individuale;

- 10.000 euro per ogni socio, fino ad un massimo di 40.000 euro, per le attività esercitate in forma societaria.

É possibile ricevere il contributo a condizione di aver completato il programma di spesa ammesso alle agevolazioni e di essere in regola con il pagamento delle rate del finanziamento bancario e con gli adempimenti previsti dalla normativa.

ULTERIORI NOVITÀ

Inoltre con la conversione in legge del Decreto Rilancio, all’art. 245 bis sono state introdotte ulteriori novità. In particolare:

-  per le sole imprese esercitate in forma individuale (con un solo soggetto proponente) il massimale di spesa è stato elevato a 60.000 euro;

-  per tutte le iniziative imprenditoriali il nuovo mix di agevolazioni, sempre pari al 100% del programma di spesa ammesso, prevede il 50% di contributo a fondo perduto e il 50% di finanziamento bancario agevolato garantito dal Fondo di Garanzia per le PMI;

-  gli interessi sono interamente a carico di Invitalia.

Queste novità si applicano alle domande presentate dopo il 19 luglio 2020.

Ultimo aggiornamento Lunedì 03 Agosto 2020 16:06