CALL IN_EXMA 2018
Lunedì 04 Giugno 2018 08:16

Consorzio Arca

Al fine di promuovere nuove realta'imprenditoriali nel territorio madonita, EXMA
<http://newsletter.consorzioarca.it/lists/lt.php?tid=/CmAaOw8ndGSxKzNfVgAX1K/tyPbsrm0kePbQj/yq/vflRLVGRFxNoiUy1PJKgH6>
e MALL lanciano una Open Call per l'accesso ad un percorso di accelerazione della durata di sei mesi. ll bando si rivolge a singoli o team che intendano sviluppare progetti innovativi nell'ambito dei settori dell'agroalimentare, della valorizzazione dell'identità territoriale madonita, delle gestione sostenibile e rinnovabile delle risorse energetiche, e che vogliano accedere al percorso di accelerazione offerto da EXMA.

Saranno selezionati 10 team di innovatori e/o startup ai quali accederanno al programma di supporto per un valore equivalente a 5.000 Euro. EXMA sfida la città, considerata il luogo elettivo per la realizzazione di piattaforme rivolte a creativi ed innovatori. Una sfida che è anche relazione e dialogo, grazie al rapporto organico con altri hub e incubatori gestiti dai partner di EXMA: la Fabbrica del Consorzio ARCA, l'incubatore tecnologico attivo nel parco universitario di Palermo, e Cre.Zi Plus, il community hub dei Cantieri Culturali alla Zisa.

<http://newsletter.consorzioarca.it/lists/lt.php?tid=bOqHaiJEWP2j5z7Q5A9HF1K/tyPbssm0kePbQj/yq/vflRLVGRExNoiUy1PJKgH6>

<http://newsletter.consorzioarca.it/lists/lt.php?tid=BIl9+JKBM0yrnOYcDB+QGFK/tyPbshm0kePbQj/yq/vflRLVGRGRNoiUy1PJKgH6>

<http://newsletter.consorzioarca.it/lists/lt.php?tid=zjDUuhiQPzSDDR6mC7XYX1K/tyPbsom0kePbQj/yq/vflRLVGRGBNoiUy1PJKgH6>

<http://newsletter.consorzioarca.it/lists/lt.php?tid=nw0BWt1Ab8ekPWdzHeo3PVK/tyPbslm0kePbQj/yq/vflRLVGRGBNoiUy1PJKgH6>

 
Bonus Investimenti SUD
Mercoledì 30 Maggio 2018 11:10

Il bonus investimenti Sud 2018 spetta ai soggetti titolari di reddito di impresa che effettuano investimenti in beni strumentali da destinare alle aree produttive con sede in una delle seguenti regioni del Mezzogiorno: Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Molise, Sardegna e Abruzzo.

Pertanto, possono accedere al bonus investimenti Sud ed ottenere il credito di imposta per l'acquisto nuovi beni strumentali, le imprese di qualsiasi natura giuridica e dimensione, a prescindere dal settore economico e dal regime contabile adottato, fatta eccezione del settore: industria siderurgica, carbonifera, costruzione navale, fibre sintetiche, trasporti e delle relative infrastrutture, produzione e distribuzione di energia e delle infrastrutture energetiche, settori creditizio, finanziario e assicurativo e alle imprese in difficoltà.

Ricordiamo inoltre che i beni strumentali nuovi acquistati con il bonus investimenti Sud 2018, devono essere destinati a strutture produttive nelle regioni del Mezzogiorno.

Il credito di imposta che spetta con il bonus investimenti nel Mezzogiorno, è utilizzabile solo ed esclusivamente in compensazione con il modello F24, ed  è valido per gli investimenti realizzati dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2019.

Per fruire del credito d’imposta, le imprese interessate al bonus, devono presentare all’Agenzia delle Entrate un modello di domanda nel quale devono essere indicati i dati degli investimenti agevolabili e del credito d’imposta del quale è richiesta l’autorizzazione alla fruizione.

Il bene per essere ricompreso nell'agevolazione deve essere strumentale all'attività dell'imprese beneficiaria del credito di imposta ovvero essere un bene durevole e utilizzato come strumento di produzione nel processo produttivo dell'impresa.

In base alla circolare dell'Agenzia delle Entrate sul nuovo bonus investimenti Sud, la 12/E del 13 aprile 2017, le aliquote del credito di imposta aggiornate, sono:

  • credito d'imposta 45% per le piccole imprese;
  • credito d'imposta 35% per le medie imprese;
  • credito d'imposta 25% per le grandi imprese.

 

L'Agenzia delle entrate, con un provvedimento ad hoc, ha provveduto ad approvare il nuovo modello Bonus investimenti Sud 2018 che serve alle imprese a manifestare la volontà di adesione e fruizione del credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno.

Il modello, come sempre, è disponibile gratuitamente sul sito dell'Agenzia delle Entrate ed è utilizzabile a partire dall'11 gennaio 2018.

 
Comunicazione Privacy
Lunedì 28 Maggio 2018 11:16

Termini, Condizioni e Privacy.
Informazioni fornite ex art.13 GDPR 679/2016 - Protezione dei dati personali.

 
Avviso per l’assegnazione contributi a regia regionale per l’esecuzione di indagini diagnostiche ed effettuazione delle verifiche tecniche finalizzate alla valutazione del Rischio sismico degli edifici scolastici
Mercoledì 26 Luglio 2017 08:51

A breve verrà pubblicato sulla GURS l’avviso di che trattasi, che consente agli enti locali proprietari/gestori degli edifici scolastici pubblici adibiti a scuole statali, di presentare specifica domanda per l’assegnazione di un contributo – nella misura del 100% delle spese ammissibili – finalizzato alla esecuzione delle verifiche di cui all’OPCM n. 3274 del 20 marzo 2003.

 

Ciascun soggetto Beneficiario può presentare una o più domande di contributo finanziario, ognuna delle quali deve riguardare un singolo edificio scolastico, identificato dal corrispondente codice meccanografico riportato nel sistema dell’Anagrafe dell’Edilizia scolastica (ARES). Il contributo finanziario concedibile è determinato in base al volume edificato (vedasi paragrafo 3.4 dell’Avviso).

 

Le domande dovranno essere inviate tramite il portale dell’Anagrafe Edilizia (ARES); l’ente locale interessato potrà accedere alla sezione dedicata, solo dopo che il referente comunale dell’ARES, avrà completato l’aggiornamento di tali informazioni per l’edificio interessato.

 

Le domande potranno essere presentate a partire dal giorno successivo all’avvenuta pubblicazione sulla GURS dell’Avviso di che trattasi ed entro le ore 14,00 del giorno 13 ottobre 2017.

Scarica schema Avviso

Allegati:
Scarica questo file (Schema Avviso 10_7_1.pdf)Schema Avviso 10_7_1.pdf[ ]1522 Kb
 
Regione siciliana – Stage aziendali retribuiti – Comunicazioni
Martedì 15 Maggio 2018 08:19

Parte il nuovo bando del pacchetto lavoro della Regione Sicilia che prevede la creazione di altri 6.600 stage retribuiti in azienda, grazie ad una dotazione finanziaria di 25 milioni di euro e che è destinata a giovani e meno giovani disoccupati che non abbiano beneficiato di altre misure messe in campo in questi ultimi giorni.

Nello specifico si tratta di due azioni:

a)      stage aventi una durata pari ad almeno 6 mesi, retribuiti con un’indennità di 500 euro al mese; con i primi dieci milioni di euro, verranno finanziati stage per chi ha un’età compresa fra i 16 ed i 35 anni. Gli stage verranno assegnati a chi è disoccupato e non frequenta scuole e corsi di formazione. Obiettivo infatti di questa parte del piano è quella di immettere sul mercato del lavoro i giovani che finora non hanno trovato sbocchi e hanno pure smesso di studiare.

b)     i successivi 10 milioni di euro andranno a finanziarie stage da assegnare a disoccupati di lungo corso che abbiano un’età compresa fra i 36 ed i 66 anni. L’obiettivo in questo caso è quello di recuperare chi ha perso il lavoro negli anni della crisi ed offrire agli stessi una nuova opportunità di lavoro.

I Centri regionali per l’impiego raccoglieranno la disponibilità delle aziende e degli artigiani interessati ad attivare i nuovi stage, facendo quindi incontrare domanda e offerta.

Per incentivare l’offerta di stage vengono stanziati 5 milioni di euro che serviranno per erogare un bonus agli imprenditori che, alla fine dello stage, faranno seguire la relativa assunzione.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Succ. > Fine >>

Pagina 5 di 9