Sosvima - Agenzia di Sviluppo locale delle Madonie
Servizio sperimentale su Appalti pubblici europei
Giovedì 06 Luglio 2017 10:51

Abbiamo il piacere di comunicarvi che a partire dal 10 luglio p.v. e fino al 31 dicembre 2017,  in collaborazione con l’hub di progettazione europea WE4EU www.we4eu.it, attiveremo in via sperimentale un nuovo servizio che intende favorire l’internazionalizzazione del business d’impresa attraverso l’apertura al mercato dell’Unione europea (Ue), utilizzando come leva strategica gli appalti pubblici europei.

Stiamo parlando di appalti di servizi e forniture, sopra specifiche soglie di valore, banditi dalle amministrazioni pubbliche dell’UE, ovvero emessi da Istituzioni (Commissione, Consiglio, Parlamento, Corte di Giustizia, Corte dei Conti), Organismi o Agenzie dell’UE negli Stati membri e in tutti quelli con cui intrattiene rapporti.

Il servizio offre alle aziende operanti sul territorio:

●        Il monitoraggio dei bandi in base alla profilazione dell’impresa, ovvero ai suoi settori di appartenenza e di interesse, alla descrizione della sua attività e ai Paesi obiettivo in cui vorrebbe espandere il proprio business;

●        La selezione dei bandi di gara di potenziale interesse per l’impresa, effettuata attraverso il matching tra il monitoraggio e la scheda aziendale;

●        La comunicazione via telefono, email o newsletter ai diretti interessati per verificarne l’interesse a partecipare;

●        L’assistenza tecnica per la formulazione dell’offerta (in lingua inglese o francese) nei termini e in modo conforme alle richieste dell’Ue, nel caso di dimostrato interesse a partecipare alla gara d’appalto.

Gli appalti banditi in ambito europeo rappresentano un’opportunità per relazionarsi coi mercati esteri e internazionalizzare il proprio business, facilitata rispetto all’accesso agli appalti nazionali, in quanto:

●        La partecipazione a queste gare è scarsa, per cui c’è bassa competizione;

●        Le amministrazioni pubbliche dell’UE effettuano pagamenti veloci, nei tempi previsti e con possibilità di pre-finanziamento;

●        Essere fornitori delle amministrazioni pubbliche europee attribuisce all’impresa visibilità internazionale, conferendole affidabilità nelle eventuali successive collaborazioni e costituzione di partenariati europei;

●        Le offerte presentate vengono valutate e selezionate in modo molto trasparente e, tra l’altro, con la notifica del risultato, la valutazione assegnata è commentata in modo dettagliato (per cui, anche in caso di esito negativo, si ottiene comunque un indirizzamento per “correggere il tiro” anche dal punto di vista tecnico).

Le aziende interessate ai servizi di che trattasi, potranno rivolgersi ai nostri uffici che organizzeranno incontri specifici con il consulente WE4EU presente in Sicilia.

 
Assessorato dell'Istruzione e della formazione professionale
Venerdì 08 Giugno 2018 11:02

CIRCOLARE 28 maggio 2018, n. 1. Legge 8 maggio 2018, n. 8, art. 10, commi 3 e 4 - "Disposizioni programmatiche e correttive per l'anno 2018.

Legge di stabilità regionale" - Interventi di manutenzione straordinaria, aventi carattere di urgenza, negli istituti scolastici pubblici. Circolare attuativa per l'utilizzazione dello stanziamento del capitolo 772040.

Ultimo aggiornamento Venerdì 08 Giugno 2018 11:07
 
Resto al Sud
Giovedì 14 Marzo 2019 09:12

IO RESTO SULLE MADONIE
GLI INCENTIVI FINANZIARI PER L’AVVIO DI INIZIATIVE IMPRENDITORIALI DA PARTE DEI GIOVANI

Venerdì – 22/03/2019 ore 16:00
PETRALIA SOTTANA (PA)
Cine Teatro Grifeo - Corso Paolo Agliata, 108

A partire dalle ore 18.15 incontri One to One

Ultimo aggiornamento Giovedì 14 Marzo 2019 09:17
 
TAX CREDIT Strutture ricettive
Martedì 26 Febbraio 2019 08:49

Il bonus fiscale, introdotto dal decreto-legge n. 83 del 2014 e poi modificato dalla legge di Bilancio 2017 e dalla manovra 2018, ha l'obiettivo di sostenere gli investimenti delle imprese alberghiere e degli agriturismi esistenti alla data del 1° gennaio 2012.

Nello specifico, il credito di imposta copre il 65% delle spese relative a:

  • interventi di ristrutturazione edilizia;
  • interventi di eliminazione delle barriere architettoniche;
  • interventi di incremento dell'efficienza energetica;
  • adozione di misure antisismiche;
    • spese per l'acquisto di mobili e componenti d'arredo destinati esclusivamente alle strutture oggetto degli interventi, comprese le attrezzature professionali per la ristorazione e le strumentazioni per la realizzazione di centri benessere all'interno delle strutture ricettive.

Il bonus è concesso fino all’importo massimo di 200mila euro nel biennio di riferimento e non è cumulabile, in relazione alle stesse spese, con altre agevolazioni di natura fiscale.

Le istanze possono essere compilate attraverso il Portale dei procedimenti a partire dalle ore 10:00 del 21 febbraio 2019 alle ore 16:00 del 21 marzo 2019. Il Click day, invece, è previsto dalle ore 10:00 del 3 aprile 2019 alle ore 16:00 del 4 aprile 2019.

Le risorse saranno attribuite secondo l'ordine cronologico di presentazione delle domande, fino all'esaurimento dei fondi disponibili, che per il 2019 ammontano a 120 milioni di euro.

Il credito di imposta va indicato nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo nel quale è concesso e deve essere fruito esclusivamente in compensazione in due quote annuali di pari importo a decorrere dal periodo di imposta successivo a quello in cui gli interventi sono stati realizzati.

Per informazioni è attiva l'e-mail:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento Martedì 26 Febbraio 2019 08:50
 
MIUR – Avviso pubblico per la concessione di contributi pubblici per la messa in sicurezza di edifici scolastici.
Lunedì 18 Marzo 2019 12:39

MIUR – Avviso pubblico per la concessione di contributi pubblici per la messa in sicurezza di edifici scolastici.

Il MIUR ha emanato l’Avviso di che trattasi che in allegato vi invio, rivolto agli enti locali ed avente l’obiettivo di sostenere il finanziamento della progettazione esecutiva degli interventi necessari a mettere in sicurezza gli edifici scolastici.

Possono presentare richiesta di contributo tutti gli enti locali proprietari e/o competenti sugli edifici di proprietà pubblica adibiti ad uso scolastico di ogni ordine e grado. Sono ammesse n. 4 candidature massime per ciascun comune.

Gli enti locali interessati, tramite il legale rappresentante o suo delegato, devono far pervenire la propria candidatura, utilizzando esclusivamente la piattaforma informativa, pena la non ammissione alla presente procedura, collegandosi alla pagina web del sito del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca http://www.istruzione.it/edilizia_scolastica/index.shtml nella pagina appositamente dedicata alla progettazione entro e non oltre le ore 15.00 del giorno 18 aprile 2019.

Il portale per l’inserimento dei dati sarà accessibile dal 25 marzo 2019 e fino alle ore 15.00 del giorno 18 aprile 2019.

Ultimo aggiornamento Lunedì 18 Marzo 2019 12:49
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 9