Tax credit alberghi, click day il 26 e 27 febbraio
Venerdì 26 Gennaio 2018 09:24

Tax credit alberghi.

Online troverete il portale per richiedere il Tax credit per la riqualificazione di strutture alberghiere e agrituristiche.

La misura consiste in un credito fiscale del 65% per le spese per ristrutturazione edilizia, riqualificazione energetica, abbattimento delle barriere architettoniche, interventi antisismici e acquisto di mobili e attrezzature in alberghi e agriturismi.

Lo stanziamento ammonta a 60 milioni di euro per il 2018, 120 milioni per il 2019 e 60 milioni per il 2020, per un totale di 240 milioni di euro in tre anni. Il credito di imposta complessivo per ciascuna impresa non può superare i 200.000 euro nel biennio di riferimento.

Le spese agevolabili sono quelle sostenute dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2018. Per usufruire del tax credit, la struttura ricettiva deve essere esistente al 1° gennaio 2012.

Il Tax credit alberghi, lo ricordiamo, è stato introdotto dal Decreto ArtBonus e prevedeva un credito di imposta pari al 30% dei costi sostenuti dalle imprese per la riqualificazione delle strutture ricettive (ristrutturazione edilizia, abbattimento delle barriere architettoniche, efficientamento energetico e acquisto mobili). Con la Legge di Bilancio 2017, il bonus è stato prorogato, incrementato al 65% ed esteso agli agriturismi. La Legge di bilancio 2018 ha infine esteso la misura a dimore storiche e terme.

Le domande possono essere inviate solo online, insieme all’attestazione delle spese sostenute, attraverso il Portale dei procedimenti.

Il legale rappresentante dell’impresa, se non ancora iscritto, deve registrarsi al portale dei procedimenti e compilare le istanze dalle ore 10.00 del 25 gennaio alle ore 16.00 del 19 febbraio 2018.

L’invio delle domande avverrà, solo in modalità online, dalle ore 10.00 del 26 febbraio alle ore 16.00 del 27 febbraio 2018.

 
Azione 3.4.2 “Incentivi all’acquisto di servizi di supporto all’internazionalizzazione” – Preinformazione Avviso Pubblico
Giovedì 28 Dicembre 2017 12:10

E' stato pubblicato sul sito di Euroinfosicilia in preinformazione l‘Avviso pubblico relativo all’Azione 3.4.2 “Incentivi all’acquisto di servizi di supporto all’internazionalizzazione” – Asse 3 PO FESR Sicilia 2014/2020 – il cui scopo è quello di favorire la realizzazione di progetti d’investimento finalizzati all’internazionalizzazione delle imprese, mediante concessione di agevolazioni sotto forma di contributo in conto capitale, sulla base di una procedura valutativa a sportello, in conformità alle disposizioni comunitarie, nazionali e regionali vigenti in materia, nonché dei principi di semplificazione e di riduzione degli oneri amministrativi a carico delle imprese.

La dotazione finanziaria disponibile per le operazioni selezionate attraverso l’avviso è pari a 16.013.724,00 euro.
Gli effetti giuridici dell’avviso decorreranno dalla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana.

Allegati:
Scarica questo file (Avviso-3.4.2.PO-FESR.pdf)Avviso-3.4.2.PO-FESR.pdf[ ]1187 Kb
 
Assessorato Regionale dell’Agricoltura Misura 6.4.C e Misura 6.4.b
Venerdì 10 Novembre 2017 12:05

In data odierna è stato pubblicato sulla GURS un comunicato relativo al decreto 13 settembre 2017, n. 2636 e al decreto 25 luglio 2017, n. 2144 di approvazione delle Disposizioni attuative parte specifica e dei bandi:

- Operazione 6.4.c - Sostegno per la creazione o sviluppo di imprese extra agricole nei settori commercio - artigianale - turistico - servizi -innovazione tecnologica “regime de minimis”. (B&B)

-Operazione 6.4.b - Investimenti nella creazione e nello sviluppo di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili - “regime  de minimis”.

Allegati:
Scarica questo file (Bando 6_4_b.pdf)Bando 6_4_b.pdf[ ]390 Kb
Scarica questo file (Bando 6_4_C.pdf)Bando 6_4_C.pdf[ ]472 Kb
 
PO FESR Sicilia 2014/200_Azione 4.2.1.
Venerdì 10 Novembre 2017 11:49

Bando relativo al Programma cofinanziato dal Ministero dello sviluppo economico per la realizzazione di diagnosi energetiche nelle piccole e medie imprese (PMI) o l’adozione, nelle stesse, di sistemi di gestione dell’energia conformi alle norme ISO 50001, ai sensi dell’articolo 8, comma 9, del decreto legislativo 4 luglio 2014, n. 102

E' stato pubblicato sulla GURS il bando di cui in oggetto.

La domanda di contributo dovrà essere presentata a decorrere dal trentesimo giorno dalla pubblicazione del presente avviso sulla GURS (11 dicembre 2017) entro e non oltre le ore 12,00 del sessantesimo giorno, salvo proroga, al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

Allegati:
Scarica questo file (Bando pubblicato sulla GURS.pdf)Bando pubblicato sulla GURS.pdf[ ]8988 Kb
 
Bando “Sostegno a investimenti a favore della trasformazione/commercializzazione e/o dello sviluppo dei prodotti agricoli”
Martedì 06 Dicembre 2016 08:43

Con la sottomisura 4.2 “ s’intende:

  • favorire lo sviluppo delle aziende sul territorio e sostenere il processo di ristrutturazione e ammodernamento degli impianti al fine di migliorare il rendimento globale delle imprese anche con l’abbattimento dei costi di produzione, il miglioramento delle condizioni relative alla sicurezza sul posto di lavoro, compatibilmente anche con le necessità di protezione dell’ambiente (osservanza delle norme, risparmio idrico ed energetico, uso di fonti di energia alternative, riduzione dei fattori inquinanti);
  • favorire la concentrazione dell’offerta per abbattere i costi di commercializzazione;
  • incentivare interventi di integrazione verticale finalizzati ad aumentare il valore aggiunto delle produzioni ed il reddito dei produttori, anche attraverso investimenti per la logistica e l’utilizzo delle TIC;
  • migliorare la qualità dei prodotti agroalimentari, anche attraverso investimenti funzionali all’implementazione di sistemi di qualità, tracciabilità e gestione ambientale; promuovere l’introduzione di tecnologie e protocolli al fine di sviluppare nuovi prodotti e produzioni di qualità che consentano nuovi e maggiori sbocchi di mercato;
  • incentivare la  (per esempio quarta e quinta gamma, no food);
  • sostenere l’adeguamento strutturale delle microimprese ai requisiti comunitari europei di nuova introduzione.

Beneficiari
Gli agricoltori o gruppi di agricoltori, persone fisiche o giuridiche, PMI e grandi imprese che effettuano investimenti in Sicilia.

Priorità settoriali

Comparto agrumicolo

Investimenti finalizzati all’introduzione o al potenziamento delle produzioni della IV e V gamma;

Investimenti finalizzati alla riduzione dell’impatto ambientale con particolare riguardo al recupero e allo smaltimento dei sottoprodotti;Interventi finalizzati all’introduzione di sistemi volontari di certificazione della qualità;

Comparto Ortofrutticolo

Investimenti finalizzati all’introduzione o al potenziamento delle produzioni della III IV e V gamma;
Investimenti finalizzati alla riduzione dell’impatto ambientale con particolare riguardo al recupero e allo smaltimento dei sottoprodotti;Interventi finalizzati all’introduzione di sistemi volontari di certificazione della qualità; Realizzazione di impianti di condizionamento e refrigerazione ad alta efficienza energetica;

Comparto Cerealicolo
Realizzazioni di sistemi di stoccaggio che consentano la differenziazione del prodotto ed una migliore conservazione dal punto di vista della qualità merceologica ed igienico sanitaria;

Leguminose
Investimenti finalizzati alla trasformazione e al confezionamento di legumi di IV e/o V gamma

Comparto Florovivaistico

Investimenti finalizzati alla riduzione dell’impatto ambientale con particolare riguardo al recupero e allo smaltimento dei materiali vegetali di scarto;

Interventi finalizzati all’introduzione di sistemi volontari di certificazione della qualità;

Piante Officinali

Realizzazione di sistemi innovativi e tecnologici per processi di trasformazione e/o stoccaggio mirati al miglioramento della qualità merceologica ed igienico-sanitaria del prodotto;
Investimenti finalizzati alla riduzione dell’impatto ambientale con particolare riguardo al recupero e allo smaltimento dei sottoprodotti;

Comparto olivicolo

Investimenti finalizzati alla riduzione dell’impatto ambientale con particolare riguardo al recupero e allo smaltimento dei sottoprodotti e rifiuti;

Comparto carne e uova

Investimenti finalizzati alla riduzione dell’impatto ambientale con particolare riguardo al recupero ed allo smaltimento dei sottoprodotti e rifiuti;

Comparto lattiero-caseario

Investimenti finalizzati alla riduzione dell’impatto ambientale con particolare riguardo al recupero e allo smaltimento dei sottoprodotti e rifiuti.

Sovvenzione dal 50 al 70% (PEI) a fondo perduto; Investimento massimo  fino a 10 milioni.

Le domande di partecipazione al bando potranno essere caricate sul portale SIAN di AGEA, a partire dal 05/12/2016 e sino al 20/03/2017.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 Succ. > Fine >>

Pagina 6 di 7