Bandi Attivi
Edilizia scolastica - Miur bando
Lunedì 23 Aprile 2018 09:03

E' disponibile sul sito del MIUR  l’avviso pubblico che stanzia circa 145 milioni di euro in favore degli enti locali per effettuare le verifiche per la valutazione del rischio sismico e la progettazione di eventuali interventi di adeguamento nelle scuole che si trovano all’interno delle zone 1 e 2.

Il 20% delle risorse  disponibili è destinato agli enti locali delle quattro Regioni (Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria) colpite dai terremoti del 2016 e del 2017. Gli enti locali proprietari di uno o più edifici scolastici di ogni ordine e grado, che si trovano nelle zone sismiche 1 e 2 e censiti nell’Anagrafe dell’edilizia scolastica, possono richiedere il finanziamento per le verifiche di vulnerabilità sismica e, qualora fosse necessario, per le progettazioni di eventuali interventi di adeguamento antisismico.

La graduatoria dei beneficiari verrà definita in base ai criteri indicati nell’avviso pubblico, tra cui la vetustà degli edifici, la quota di cofinanziamento, l’appartenenza alla zona sismica 1 o 2, la tipologia costruttiva e di progettazione.

Il contributo per la progettazione sarà riconosciuto per l’importo richiesto solo se, dopo la verifica di vulnerabilità, l’indice di rischio risulterà inferiore allo 0,8 (e quindi sarà necessario sviluppare la progettazione di adeguamento sismico). Non sarà riconosciuto, invece, se l’ente locale deciderà di predisporre una nuova costruzione piuttosto che un intervento di adeguamento sismico, in quanto non conveniente.

Il portale per l’inserimento dei dati sarà accessibile dal 4 maggio 2018 fino alle ore 15.00 del giorno 5 giugno 2018.

Ultimo aggiornamento Lunedì 23 Aprile 2018 09:05
 
Bando ISMEA per insediamento giovani in agricoltura
Giovedì 12 Aprile 2018 08:50

ISMEA ha attivato un Bando riservato ai giovani che intendono insediarsi per la prima volta in un'azienda agricola in qualità di capo azienda e che, alla data di presentazione della domanda, risultano in possesso, a pena di esclusione, dei seguenti requisiti: a. età compresa tra i 18 anni compiuti e i 41 anni non compiuti; b. cittadinanza in uno degli Stati membri dell’Unione Europea; c. residenza nel territorio della Repubblica Italiana; d. possesso di adeguate conoscenze e competenze professionali, attestate da almeno uno dei seguenti documenti:

- titolo di studio di livello universitario di indirizzo agrario;

- titolo di studio di scuola media superiore in campo agrario;

- esperienza lavorativa, dopo aver assolto l’obbligo scolastico, di almeno due anni in qualità di coadiuvante familiare ovvero di lavoratore agricolo, documentata dall’iscrizione al relativo regime previdenziale;

- attestato di frequenza con profitto ad idonei corsi di formazione professionale.

Qualora il giovane, al momento della presentazione della domanda, non disponga di adeguate capacità e competenze professionali, è ammesso alla partecipazione, a condizione che dichiari di impegnarsi ad acquisire tali capacità e competenze professionali entro 36 mesi dalla data di adozione della determinazione di ammissione alle agevolazioni.

Nell’ambito delle operazioni fondiarie previste dal presente Bando, è concesso un contributo in conto interessi nella misura massima attualizzata di Euro 70.000,00 (settantamila/00) erogabile per il 60% alla conclusione del periodo di preammortamento e dunque all’avvio dell’ammortamento dell’operazione e per il 40% all’esito della corretta attuazione del piano aziendale allegato alla domanda di partecipazione.

I contributi previsti dal presente Bando possono essere cumulati con altri contributi provenienti da fonti di finanziamento nel rispetto del Regolamento (UE) n. 702/2014.

A pena di esclusione, la domanda di partecipazione deve essere presentata in forma telematica mediante il portale dedicato (http://strumenti.ismea.it) e compilata secondo le modalità indicate nel portale.

La domanda potrà essere presentata a partire dalle ore 12,00 del giorno 28 marzo.2018, data di apertura dello sportello telematico, fino alle ore 12,00 del giorno 11 maggio 2018.

Ultimo aggiornamento Giovedì 12 Aprile 2018 08:52
 
PO FESR 2014/2020 – Azione 3.3.4 “Sostegno alla competitività delle imprese nelle destinazioni turistiche”
Giovedì 08 Marzo 2018 09:13

Sul sito di Euroinfosicilia è stato pubblicato il DDG 146 del 07 febbraio u.s. in corso di pubblicazione sulla GURS.

L’avviso prevede il finanziamento di piani di investimento da attivare nei settori dell’artigianato tradizionale e tipico dei territori, dei servizi di alloggio e di ristorazione, dei servizi di informazione e comunicazione, dei servizi per favorire l’accessibilità degli attrattori e nei settori artistico, creativi e culturale, per:

-  micro, piccole e medie imprese costituite da non meno di 36 mesi;

- reti di imprese (anche di nuova costituzione formate da almeno tre imprese) e Consorzi.

Le risorse disponibili per il presente avviso ammontano a € 33.201.341,36.

Il contributo finanziario in conto capitale è pari al 45% per le micro e piccole imprese e del 35% per le medie imprese mentre il costo totale ammissibile del progetto presentato non può essere superiore a 800.000 Euro.

I comuni nei cui territori dovranno essere localizzati gli investimenti di che trattasi sono:

Aliminusa, Caccamo, Caltavuturo, Cefalù, Collesano, Gangi, Geraci Siculo, Isnello, Montemaggiore Belsito, Nicosia, Petralia Soprana, Petralia Sottana, Polizzi Generosa, Scillato, Sclafani Bagni, Termini Imerese.

Allegati:
Scarica questo file (Azione 3.3.4 AVVISO.pdf)Azione 3.3.4 AVVISO.pdf[ ]1260 Kb
Ultimo aggiornamento Giovedì 08 Marzo 2018 09:17
 
PO FESR 2014/2020 – Azione 3.3.3 “Sostegno a processi di aggregazione e integrazione tra imprese (reti di imprese) nella costruzione di un prodotto integrato nelle destinazioni turistiche “
Giovedì 08 Marzo 2018 09:10

Sul sito di Euroinfosicilia è stato pubblicato il DDG 145 del 07 febbraio u.s. in corso di pubblicazione sulla GURS.

L’avviso prevede il finanziamento di piani di investimento da attivare nei settori dei servizi di alloggio e di ristorazione, dei servizi per favorire l’accessibilità degli attrattori e nei settori artistico, creativi e culturale, per:

-  micro, piccole e medie imprese costituite da non meno di 36 mesi;

- reti di imprese (anche di nuova costituzione e formate da almeno tre imprese) e Consorzi.

I piani di investimento dovranno essere finalizzati alla costruzione di un prodotto integrato nelle destinazioni turistiche, come, a titolo esemplificativo:

- l’organizzazione di prodotti e pacchetti turistici;

- l’adeguamento dei sistemi informativi e dei relativi servizi;

- le azioni di web marketing, web reputation, e-commerce;

- la predisposizione di materiale multimediale e di iniziative di ospitalità ed educational tour.

Le risorse disponibili per il presente avviso ammontano a € 37.000.000,00.

Il contributo finanziario in conto capitale è pari al 45% per le micro e piccole imprese e del 35% per le medie imprese mentre il costo totale ammissibile del progetto presentato non può essere superiore a 500.000 Euro.

I comuni nei cui territori dovranno essere localizzati gli investimenti di che trattasi sono:

Aliminusa, Caccamo, Caltavuturo, Cefalù, Collesano, Gangi, Geraci Siculo, Isnello, Montemaggiore Belsito, Nicosia, Petralia Soprana, Petralia Sottana, Polizzi Generosa, Scillato, Sclafani Bagni, Termini Imerese.

Allegati:
Scarica questo file (Azione 3.3.3. AVVISO.pdf)Azione 3.3.3. AVVISO.pdf[ ]1229 Kb
Ultimo aggiornamento Giovedì 08 Marzo 2018 09:13
 
PO FESR 2014/2020 – Azione 3.3.2 “Supporto allo sviluppo di prodotti e servizi complementari alla valorizzazione di identificati attrattori culturali e naturali”
Giovedì 08 Marzo 2018 09:03

Sul sito di Euroinfosicilia è stato pubblicato il DDG 144 del 07 febbraio u.s. in corso di pubblicazione sulla GURS.

L’avviso prevede il finanziamento di piani di investimento da attivare nei settori dell’artigianato tradizionale e tipico dei territori, dei servizi di alloggio e di ristorazione, dei servizi di informazione e comunicazione, dei servizi per favorire l’accessibilità degli attrattori e nei settori artistico, creativi e culturale, per:

-  micro, piccole e medie imprese costituite da non meno di 36 mesi;

- reti di imprese (anche di nuova costituzione formate da almeno tre imprese) e Consorzi.

I piani di investimento dovranno determinare:

I. un incremento della qualità o lo sviluppo della gamma di prodotti e servizi;

II. una migliore commercializzazione e distribuzione dei prodotti e servizi offerti anche mediante il

ricorso alle ICT (in stretto raccordo con l’azione 2.2.1);

III. la promozione di un uso efficiente delle risorse e di modelli di business circolari.

Le risorse disponibili per il presente avviso ammontano a € 33.201.341,36.

Il contributo finanziario in conto capitale è pari al 45% per le micro e piccole imprese e del 35% per le medie imprese mentre il costo totale ammissibile del progetto presentato non può essere superiore a 500.000 Euro.

L’unico attrattore culturale inserito nella lista è la Cattedrale di Cefalù, ed i comuni nei cui territori dovranno essere localizzati gli investimenti di che trattasi sono: Castelbuono, Cefalù, Gratteri, Isnello, Lascari e Pollina.

Allegati:
Scarica questo file (Azione 3.3.2 AVVISO.pdf)Azione 3.3.2 AVVISO.pdf[ ]1217 Kb
Ultimo aggiornamento Giovedì 08 Marzo 2018 09:09
 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 2