Sosvima.it si rinnova.

Il nuovo sito della Sosvima presenta un layout totalmente rivisto. Sono state migliorate le aree news, utilizzo della newsletter per le comunicazioni su bandi ed altro, e inoltre è stato allestito un calendario eventi.

Chi siamoMissione Strategica e obbiettiviDove siamoContatti


panorama_castellanese

 

Contratto di sviluppo - Comunicazioni Al fine di dare continuità all’attuazione della disciplina relativa ai contratti di sviluppo sono state ridefinite con decreto ministeriale ... Continua a leggere
convenzione tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e l’Anci per i “Nuovi progetti di intervento”- Comunicazione Con la presente Vi comunichiamo che è stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale  del 28 aprile la convenzione tra il Ministero delle Infras... Continua a leggere
COMUNICAZIONE URGENTE!!!! DOMANI 24 APRILE GLI UFFICI RIMARRANNO CHIUSI PER MANCATA EROGAZIONE ENEL. CORDIALITA' Segreteria Sosvima Spa tel 0921/563005 fax 0921/563... Continua a leggere

 
Assessorato Infrastrutture e Mobilità Dipartimento Infrastrutture Mobilità e Trasporti Servizio 7 – Politiche Urbane e Abitative- Bando pubblico per la predisposizione di un programma regionale di finanziamento per la promozione di interventi di recupero
Mercoledì 22 Aprile 2015 07:05

Con la presente Vi comunichiamo che è in corso di pubblicazione, sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana, il Decreto del Dirigente Generale, n. 793 del 16 Aprile 2015, contenente il "Bando pubblico per la predisposizione di un programma regionale di finanziamento per la promozione di interventi di recupero finalizzati al miglioramento della qualità della vita e dei servizi pubblici urbani nei Comuni della Regione Siciliana".

 

Il bando ha una dotazione finanziaria pari a circa 18.000.000,00 di Euro.

 

Le proposte progettuali devono ricadere nei Centri storici e devono essere finalizzate:

a) al miglioramento della fruizione dei piccoli centri urbani da parte dei cittadini;

b) al recupero, al rinnovamento e alla rimessa in funzione del tessuto edilizio urbano, nel

rispetto delle tradizioni culturali e storiche;

c) al miglioramento della qualità della vita e dei servizi pubblici nelle aree urbane;

d) all'integrazione sociale con specifica attenzione alla lotta alla marginalità;

e) al miglioramento della viabilità e dei sistemi di mobilità interna ai piccoli centri abitati;

f) alla riduzione della congestione del traffico, dell'inquinamento atmosferico e di quello acustico;

g) al rafforzamento del controllo del territorio e della prevenzione sociale a fini di protezione dei cittadini sia come soggetti a rischio di esposizione ad attività criminose sia come potenziali autori di reati.

Linee di intervento

Enti beneficiari

Importo massimo

progetto

Tipologie di intervento ammissibili

a):

 

a.1) rivolta ai Comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti.

 

 

€. 1.100.000

1) recupero, completamento, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo del patrimonio edilizio pubblico (ad esclusione di quello residenziale e dell'edilizia scolastica);

2) realizzazione, manutenzione straordinaria e  ammodernamento delle opere di urbanizzazione primaria e secondaria;

3) recupero, completamento, riqualificazione del  patrimonio edilizio, urbanistico e ambientale,

mediante:

- interventi di riutilizzazione di spazi inedificati o resi liberi per crolli o demolizioni;

- l'inserimento di elementi integrati di arredo urbano e di piantumazioni nelle piazze e nelle vie pubbliche;

- interventi di demolizione e ricostruzione di immobili degradati;

- il ripristino di giardini e parchi storici;

- la realizzazione di parcheggi;

a.2) rivolta ai Comuni con popolazione compresa tra i 5.000 e i 30.000

abitanti.

b):

rivolta agli Enti di culto e/o di formazione religiosa, o di assistenza e beneficenza, ricadenti in tutti i comuni della Regione.

€. 800.000

Recupero di chiese, nonché di immobili di enti di culto e/o di formazione religiosa, o di assistenza e beneficenza, già destinati o da destinarsi a residenze per l'assistenza di extracomunitari, anziani, disabili e altre categorie assistite, individuate dalla vigente legislazione regionale e nazionale, con la finalità di provvedere ai bisogni delle fasce più deboli della popolazione e di favorire l'integrazione sociale con specifica attenzione alla lotta alla marginalità.

c)

rivolta alle Forze dell'Ordine

€. 800.000

Recupero, completamento, manutenzione straordinaria, restauro, adeguamento strutturale e risanamento conservativo degli immobili di proprietà degli Enti Locali in uso alle Forze dell'Ordine.

Le istanze di finanziamento, unitamente alla documentazione di cui all'art. 9, dovranno pervenire a pena di esclusione, in plico sigillato, all'Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità, Dipartimento Regionale delle Infrastrutture, della Mobilità e dei Trasporti, Servizio 7 – Politiche Urbane ed Abitative, Via Leonardo da Vinci n. 161 - 90145 Palermo, entro 90 giorni dalla data di pubblicazione del presente bando nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana.

 

Scarica bando e allegati

Allegati:
Scarica questo file (79092342.ods)79092342.ods[ ]12 Kb
Scarica questo file (79092344-1.XLS)79092344-1.XLS[ ]10 Kb
Scarica questo file (bando ass. infrastrutture.pdf)bando ass. infrastrutture.pdf[ ]76 Kb
 
Dipartimento della famiglia e delle politiche sociali - Avviso pubblico per la presentazione di progetti attuativi dell’intervento 5 “giovani in Europa” - Scheda Intervento cod. 5 dell’accordo “Giovani protagonisti di sé e del territorio (CreAZIONI giovan
Giovedì 02 Aprile 2015 07:38

Vi comunichiamo che sul sito dell’Assessorato della famiglia è stato pubblicato l’Avviso Pubblico di che trattasi.

Obiettivi specifici del bando sono quelli di finanziare le seguenti attività:

A)    Percorsi di arricchimento curriculare linguistico al fine di migliorare la conoscenza della lingua straniera dei giovani in un contesto europeo;

B)     Percorsi di arricchimento curriculare lavorativo al fine di creare occasioni per acquistare nuove competenze che facilitino l’inserimento lavorativo dei giovani;

C)    Percorsi di attività di volontariato al fine di favorire o migliorare, attraverso la pratica attività di volontariato, la conoscenza delle problematiche sociali e interculturali.

 

Possono presentare richiesta di una sola proposta progettuale:

  • gli enti locali;
  • le associazioni e/o  unioni di enti locali;
  • le associazioni non profit costituite dal almeno 3 anni e con esperienza triennale nell’ambito della mobilità europea di giovani.

 

Le iniziative devono essere rivolte a giovani residenti in Sicilia di età ricompresa tra i 14 ed i 36 anni e devono coinvolgere un minimo di 10 ed un massimo di 30 giovani.

 

Ciascuna proposta progettuale non deve superare il budget di €.50.000,00 ed una durata dai 6 agli 8 mesi di cui all’estero almeno 7 g. .Non è richiesta una quota di cofinanziamento.

La domanda di finanziamento, in busta/plico, può essere presentata presso:

Regione Sicilia - Assessorato della famiglia, delle politiche sociali e del lavoro –

Dipartimento della famiglia e delle politiche sociali –

Servizio 6 - U.O. 1 via trinacria, 34 90144 Palermo

entro il sessantesimo giorno successivo alla pubblicazione del presente Avviso pubblico nella GURS.

La valutazione di merito delle proposte progettuali avverrà attraverso l’attribuzione di un punteggio complessivo derivante dalla somma dei punteggi analitici, assegnati secondo i criteri indicati di seguito.

A

CARATTERISTICHE DEL SOGGETTO PROPONENTE

 

 

caratteristiche del soggetto proponente ed esperienza pregressa

20

B

QUALITA’ DEL PROGETTO PRESENTATO

 

Definizione degli obiettivi, analisi dei bisogni, attività che si intendono realizzare, fattibilità tecnica dell’iniziativa, risultati attesi e metodologia di valutazione.

50

C

GRUPPO DI LAVORO E PARTENARIATO COINVOLTO

 

Qualità e quantità del partenariato coinvolto, numero delle risorse umane coinvolte e competenze professionali coerenti con gli obiettivi del progetto.

30

TOTALE

100

Per approfondimenti ed ulteriori dettagli scaricatei l’Avviso ed i relativi allegati.

Allegati:
Scarica questo file (creazione giovani.pdf)creazione giovani.pdf[ ]983 Kb
 
Decreto del Presidente della Repubblica n. 172 del 17.11.2014- Regolamento recante modifiche ed integrazioni in materia di criteri e procedure per la utilizzazione dell’ 8 per mille IRPEF a diretta gestione statale
Martedì 02 Dicembre 2014 16:15

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale  del 26 novembre  2014 il Decreto del Presidente della Repubblica 17 novembre 2014, n. 172 con integrazioni in materia di criteri e procedure per l’utilizzazione della quota dell’otto per mille dell’IRPEF devoluta alla diretta gestione statale.

Il provvedimento adegua il regolamento contenuto nel D.P.R. 10 marzo 1998, n.76 all’introduzione della categoria “edilizia scolastica” avvenuta con la legge di stabilità 2014 (legge 27 dicembre 2013, n.147, articolo 1, comma 206) e fissa il termine per  la presentazione delle istanze per gli interventi relativi a tale categoria al 15 dicembre 2014.

Gli interventi per i quali si potrà chiedere il contributo dovranno riguardare immobili destinati all’istruzione scolastica, esclusivamente di proprietà dello Stato e degli enti locali, e diretti alla ristrutturazione, al miglioramento, alla messa in sicurezza, all’adeguamento antisismico ed all’efficientamento energetico degli edifici scolastici.

Le istanze  potranno essere inviate a mezzo A/R o PEC al seguente indirizzo:

Scarica decreto e moduli:

 

 

Allegati:
Scarica questo file (decreto 172.2014.pdf)decreto 172.2014.pdf[ ]25 Kb
 
Istituto per il Credito Sportivo- Regolamento spazi sportivi scolastici contributi in conto interessi sui mutui agevolati dell’istituto per il credito sportivo
Martedì 02 Dicembre 2014 16:12

Con la presente Vi comunichiamo che i Comuni e le Province, grazie ad un accordo di collaborazione tra Presidenza del Consiglio dei Ministri, ICS, ANCI e UPI, possono ottenere mutui a tasso zero per la realizzazione o la ristrutturazione di spazi sportivi scolastici.

Sono stati previsti almeno 500 interventi, equamente distribuiti a livello regionale, in base alla popolazione in età scolastica, che prevedono l’abbattimento totale del tasso di interesse.

I Comuni e le Province potranno ottenere mutui fino a 150.000,00 euro per una durata massima di 15 anni per realizzare spazi sportivi scolastici nuovi o per ristrutturare, ammodernare, ampliare, completare, attrezzare, riconvertire, manutenere o mettere a norma e in sicurezza, compresi gli interventi di bonifica dell’amianto, quelli esistenti.

Le domande possono essere presentate a partire dalle ore 10.00 del 24 novembre 2014.

Scarica regolamento e modulistica

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 3